HAI SELEZIONATO:

CATEGORIE

Carrello
Nessun articolo nel Carrello

Hai 0 articoli

Totale: € 0,00

Vai al Carrello

RICERCA ARTICOLI

Le scarpe da Pattinaggio devono sostenere l’atleta in ogni momento

 
 
Viste da fuori, ad un primo sguardo o all’esame di un occhio poco esperto, le scarpe da Pattinaggio sembrano comunissime calzature simili ai tanti modelli acquistabili in un qualsiasi negozio; in realtà, la cura e la precisione applicate allo sviluppo ed al miglioramento di questi veri e propri gioielli della moderna tecnologia, rasentano la perfezione dell’arte e costituiscono la base di partenza di una vittoria in pista.
 
 
Un pattino completo è formato da più parti, tutte estremamente fondamentali e da studiare nei minimi particolari per poter creare abbinamenti ottimali a livello tecnico, andando a sottolineare ogni caratteristica positiva e di valore dell’atleta, senza sminuirne la potenza e la velocità d’esecuzione.
 
 
Siamo tutti d’accordo che sia la somma delle parti a portare un prodotto finito (in questo caso i nostri amati pattini) al livello d’eccellenza che si spera di raggiungere, ma qual è l’organo di contatto principale, la prima sensazione che un pattinatore prova prima di entrare in pista per un allenamento o una gara?
 
 
Il piede scivola all’interno delle nostre scarpe da Pattinaggio Artistico e il cervello percepisce subito la differenza tra una calzata di qualità ed una di basso valore; per un pattinatore, che si parli di un professionista affermato o di un piccolo atleta ai primi passi, gli input che arrivano dai propri piedi si rivelano essenziali per il proseguo dell’attività che si andrà a svolgere.
 
 
Avete mai provato a far indossare un paio di pattini troppo stretti ad un bambino e a spedirlo in pista senza ascoltare le sue lamentele? Questo proverà a rimanere in piedi e a girare per la pista spronato da genitori e allenatore, ma dopo pochi minuti si dovrà sedere per terra in preda ai crampi, immerso nelle sue lacrime.
 
 
Di contro, avete mai notato i professionisti delle otto ruote prima di appuntamenti importanti, quando provano la pista? Vi siete mai chiesti perché ogni mezzo giro si fermino a regolare freni, sterzi e ammortizzatori? Sensazioni, un flusso costante di sensazioni e informazioni che partono dai piedi e raggiungono il cervello dei nostri campioni.
 
 
Gli stivaletti per Pattinaggio Artistico rappresentano il primo punto di contatto tra atleta e pista, il vero nodo focale dal quale partire per poter costruire uno strumento in grado di far esprimere tutto il proprio potenziale tecnico; la scelta della scarpa più adatta ad ogni persona, dipende da molti fattori differenti e deve essere ben ponderata, senza trascurare nessun particolare di rilievo, pena l’abbassamento drastico della resa in allenamento ed in gara e la sensazione costante che qualcosa non vada, dettaglio quest’ultimo che potrebbe andare a minare anche la condizione psicologica.
 
 
Nel caso di atleti inesperti o in età precoce, la scelta deve essere basata sull’esperienza decennale di allenatori di alto livello oppure sulla fiducia che si ripone in tecnici qualificati come quelli di Pattinomania, pronti a consigliare al meglio per andare incontro alle esigenze specifiche di ogni persona.
 
 
I campioni affermati e tutte quelle persone che da anni indossano scarpe da Pattinaggio di ogni marca e modello, sanno perfettamente cosa acquistare, avendo acquisito nel tempo una sensibilità estrema che li porta a prendere decisioni a volte troppo frettolose; anche in questi casi, il consiglio è quello di interpellare i propri allenatori, oppure di capire dai tecnici del proprio negozio di fiducia, se tra i modelli usciti sul mercato di recente, ce n’è uno che meglio si adatta alle proprie caratteristiche, per migliorare ulteriormente performance e confort.
 
 

Scegli il tuo futuro in base alle caratteristiche delle scarpe da Pattinaggio Artistico

 
 
Ma quali sono i punti principali da tenere in considerazione quando ci si appresta a comperare un paio di scarpe per Pattinaggio Artistico, su cosa dobbiamo porre la nostra attenzione? I fattori fondamentali che vanno a rappresentare uno stivaletto sono principalmente quattro:
  • la tipologia di Pattinaggio che si intende affrontare (rotelle o ghiaccio) e la specialità che si pensa di voler praticare o che si sta praticando (Libero, Danza, Obbligatori, Gruppi Spettacolo), queste scelte determinano le prime grandi divisioni tra i vari tipi di scarpa;
 
  • struttura del piede, in base alle caratteristiche personali di ogni atleta, solitamente si viene indirizzati verso i due brand maggiori presenti in questo settore: Edea creato principalmente per piedi dalla pianta più larga, Risport più adatto a chi presenta una pianta più stretta ed affusolata;
 
  • livello tecnico/indice di rigidità: ogni scarpa presenta un indice di rigidità differente, che si fa sentire sull’intera struttura ed in particolare sul sostegno garantito alla caviglia; questo deve essere bilanciato in base alle difficoltà tecniche che l’atleta è in grado di compiere e al bisogno specifico di ogni caviglia di essere più o meno sostenuta;
 
  • misura degli stivaletti Pattinaggio Artistico, la scelta finale, quella da effettuare in sede di prova attraverso strumenti creati appositamente per rilevare imperfezioni, differenze e particolarità di entrambi i piedi.
 
 
In base alle scelte effettuate, la scarpa risultante potrà richiedere una o più settimane di adattamento prima di poter trovare il giusto confort e trasmettere all’atleta le sensazioni ottimali per poter dare il massimo in pista.
 
 
Dovessero perdurare a lungo, problemi di stabilità o di adattamento dello scarponcino alla forma del piede, è importante contattare il proprio rivenditore di fiducia per un controllo approfondito del materiale, per capire se è presente un difetto strutturale di base, oppure se può bastare una modifica veloce all’area interna per risolvere completamente ogni fastidio e/o disturbo.
 
 
Scarpe da Pattinaggio di Pattinomania, la certezza della qualità sempre a portata di mano.