HAI SELEZIONATO:

 Cura e alta adattabilità delle ruote per pattini di Pattinomania

 
 
Chi vive all’interno dello splendido universo del Pattinaggio Artistico, sa benissimo (e lo può provare con mano) che l’evoluzione tecnica dei materiali e dei prodotti pensati, studiati e realizzati per questo magico Sport, rappresenta una spinta aggiuntiva a quella che può essere definita la naturale crescita di un movimento sempre più importante a livello di numeri e di emozioni.
 
 
Basta osservare da fuori un campionato qualsiasi e prestare attenzione alle decine di varietà diverse di ruote pattini, per capire come in pochi anni il desiderio di raggiungere la vetta, si sia sposato perfettamente con la convinzione di poter dare sempre di più, di migliorare con costanza e velocemente, sia in pista che all’interno delle tante aziende che competono per un primato assoluto a livello mondiale; questa vera e propria corsa all’oro (o ricerca del trionfo personale), si è trasformata in una manna dal cielo per quanto riguarda la qualità dei materiali e l’aumento delle tipologie di ruote da poter scegliere.
 
 
Come sempre succede in questo complicato e spettacolare Sport, la decisione e la scelta sono sempre alla base di un’ottima prestazione, che sia in allenamento o in gara non importa; capire come modificare le varie componenti principali dei nostri pattini, quale combinazione di ruote per Pattinaggio Artistico adottare per poterli adattare al meglio alle diverse superfici da affrontare o alle caratteristiche specifiche di ogni atleta, per aumentarne le qualità emergenti e contemporaneamente limarne i difetti o le imperfezioni tecniche, è da sempre la Spada di Damocle che pende sopra la testa di ogni atleta.
 
 
Fino alla fine degli anni ’90 e nei primi anni del nuovo millennio, non era così complicata la scelta stilistica e tecnica delle ruote da utilizzare per ogni gara: si avevano solo due possibilità, ruote dure oppure ruote tenere, non c’erano grosse alternative e se da una parte sicuramente era minore lo stress pre gara dovuto alle insidie delle varie combinazioni di ruote per pattini o i dubbi riguardanti l’effettiva tenuta delle mescole, da quel momento in poi, con il moltiplicarsi delle varie tipologie e l’arricchimento dei cataloghi a disposizione di tutti, si è iniziata ad applicare quella componente strategica che iniziò a divenire sempre più fondamentale col passare degli anni.
 
 
Avete mai notato come gli atleti più esperti si preparino ad entrare in pista? Avete mai osservato attentamente le loro borse porta ruote per pattini e la varietà di mescole che si portano appresso? La prossima volta che avrete la possibilità di assistere ad una competizione di alto livello tecnico, provate a dare un’occhiata alle tante combinazioni di mescole che questi campioni portano in pista, difficilmente riuscirete a scorgere due atleti con gli stessi incroci di ruote o con una sola tipologia montata su tutti e quattro gli assi.
 
 
Perché? Come mai le scelte divergono in maniera così pesante? Facciamo un passo indietro e capiamo prima come sono composte le ruote che utilizziamo tutti i giorni.
 
 

Mescole e disegni per un mix perfetto di ruote per pattini a rotelle

 
 
Prendiamo in mano una ruota e analizziamola attraverso i particolari della quale è composta, cercando di capire bene quali caratteristiche vanno ad influenzare e come poterle sfruttare al meglio per comporre un set di ruote per pattini a rotelle altamente performante ogni volta che dobbiamo entrare in pista; la lista potrebbe essere infinita, vista la difficoltà con la quale vengono studiate in laboratorio e successivamente testate, ma ci si deve concentrare soprattutto su:
  • composizione o materiale
  • disegno e peso
  • durezza e grip
 
 
La composizione o il materiale, sono la base di partenza dalla quale vengono create le ruote per pattini da Artistico e si distinguono in Poliuretano e Iniezione Termoplastica.
 

Il disegno della ruota ne determina anche il peso effettivo: quelle create da un unico stampaggio di materiale plastico, sono molto più economiche ma meno performanti e non essendo supportate internamente, hanno la pessima caratteristica di non consumarsi in maniera uniforme su tutta la superficie e sono quindi adatte ad atleti ai primi passi; quelle che presentano un mozzo rigido al loro interno, sono chiaramente più costose, ma le prestazioni sono notevolmente migliorate e vengono utilizzate dagli atleti più esperti per il loro consumo uniforme.
 

La durezza delle ruote per Pattinaggio Artistico è rappresentata da due sigle distintive (A e D) che ne determinano il coefficiente di aderenza (grip) alle superfici da affrontare; modelli a basso coefficiente di grip sono adatti per piste particolarmente ruvide come quelle realizzate in cemento, mentre alzando il grado di durezza della ruota, si possono affrontare superfici più scivolose e problematiche, come quelle in parquet.
 
 
Si può capire perfettamente come, a seconda della competizione e del materiale col quale è stata fabbricata la pista in questione, la scelta di una o dell’altra tipologia, sia fondamentale per non correre il rischio di dover scivolare per la poca aderenza o ritrovarsi frenati per effetto di una ruota troppo tenera.
 
 
Ma il fattore pista, non è l’unico da considerare quando si pianifica la strategia da adottare per affrontare al meglio una competizione, vi ricordate del mix di mescole accennato prima e della rapporto diretto che c’è tra mescole e caratteristiche personali di ogni atleta? Le diverse tipologie di ruote Roll Line servono proprio a compensare e ad equilibrare le mancanze tecniche o le insicurezze, accrescendone ed esaltandone al tempo stesso le qualità.
 
 
Una ruota tenera andrà a dare maggiore sicurezza in fase di pressione maggiore del filo, durante esercizi di difficile esecuzione, mentre una ruota più dura permetterà al pattino di scorrere più velocemente durante le fasi di raccordo tra gli esercizi o le boccole; queste infinite combinazioni, possono interessare tutte e otto le ruote, creando un insieme di durezze di diverso livello, a seconda delle esigenze specifiche dell’atleta e della coreografia da eseguire. La fase di studio pre gara diventa così uno dei momenti più critici e rendendo questo Sport ancor più affascinante e complesso.
 
 
Pattinomania è sempre pronto a consigliare le soluzioni migliori e le ruote pattini più indicate, agli atleti che da anni si affidano alle cure e all’esperienza dei propri tecnici.